Salvatronda

FEUDO VESCOVILE

Salvatronda è una delle pievi più antiche dell’intera Marca Trevigiana, matrice di molte altre chiese contermini.

Dotata di castello, apparteneva al vescovo di Treviso, politicamente ed economicamente potentissimo, signore oltretutto, nel 1152, delle fortezze di Montebelluna, Cornuda, Negrisia, Mestre, Borbiago, Rustega, Stigliano, Trebaseleghe, S. Ambrogio, Scorzè, Quinto, Settimo, Istrana, Resana, Riese, Semonzo e metà di quella di S. Zenone.

Su tutte queste terre esercitava effettivamente ogni potere feudale ricavandone una potenza enorme, pur senza mai diventare Vescovo-Conte della città di Treviso.

Presso il Comune era rappresentato dalla famiglia Tempesta, signori di Noale e Brusaporco, che si fregiavano così del titolo di Avogadori del Vescovo.

2013 © Associazione Palio Castelfranco V.